Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
20 marzo 2015 5 20 /03 /marzo /2015 10:43
" O " come Osimo

Sono stato sollecitato da diverse persone di pubblicare qualcosa di osimano, di quello antico, di quello che sta scomparendo a causa di molteplici situazioni “contrarie all'identità osimana” Lungi da me di insegnare o di voler imporre qualcosa a chicchesia. Ho accettato solo per spirito di “conoscenza” e di “appartenenza”. Osimo versopiazza è anche questo. E poi qualcuno “storce 'l muso”, badasse a camminà..." la strada enne del cumune chi ce caga e chi ce fa lume!".. se dicea da bardasci...

Donca, cumenzamu e cumenzamu bè, cusa se nun altru che lu stemma de la città scritta dall'ing Benedetto barbalarga?

LO STEMMA D'OSIMO

(El fiu de Pietru)

”Na mura e cinque torri

'na porta e due liò,

saldi de drentu e fori,

a l'erta, a l'erta sto.

Per le piane laggiò l'imperatore

se ferma cu l'esercítu invasore,

se ferma e guarda su ste vecchie mure

ma sa che ci ha le pietre troppu dure

ce pensa e po' senz'altru se ne va.

Sta al postu i due liò,

è salva da la strage la città:

a l'erta, a l'erta sto.

Tra le città picene le mijori

so' cinque cume cinque so' le torri,

se conclude 'na lega Osimu è prima

sarà la torre che alza più la cima

se fa 'na lega per la libertà.

Dai merlí e dai sperò

la potenza de Roma vejerà:

a 1'erta, a l'erta sto.

Cuscì 'na volta quannu che l'idea

cu la spada difenne se dovea.

M'adè ch'el monnu urmai ns'è ncivilitu,

addiu torri e líò tuttu è finitu.

Resta l'emblema solu a dimustrà

che la grannezza rinnovà se pò

oggi cu 1'opre bone e cu l'ingegno

torri c liò de legno

a l'erta, a l'erta sto.

Osimo, 2 maggio 1929

Condividi post

Repost 0
Published by franco focante - in informazioni culturali