Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 giugno 2014 2 24 /06 /giugno /2014 15:48

questa è la seconda parte dell'articolo "sull'acqua"

 

 

fontana QUALE BERE: liscia, gassata o effervescente

Per acqua naturale non si intende acqua senza bollicine: tutte le acque minerali lisce,gassate o effervescenti sono naturali, ossia vengono imbottigliate come sgorgano dalla sorgente. L'acqua "liscia" è quella senza bollicine, "gassata" quella addizionata con anidride carbonica, "effervescente naturale" quella già leggermente frizzante alla sorgente.

       5. Le bollicine dell'acqua gassata le danno un sapore gradevole e sembrano dissetare di più;agiscono infatti come blando anestetico a livello delle papille gustative, responsabili in parte della sensazione di sete. In realtà liscia, gassata o effervescente naturale, l'acqua disseta tutta allo stesso     modo.

6. L'acqua gassata non ha controindicazioni reali, anzi facilita la digestione e aumenta il senso di sazietà, provocando la dilatazione dello stomaco. Deve essere evitata da chi ha problemi di aerofagia e gonfiori addominali.

 

IMPARARE A LEGGERE L'ETICHETTA

Ci sono circa 260 acque minerali diverse in commercio e per sceglierne una oltre che buona, anche adatta ai propri bisogni è importante saper leggere l'etichetta.

      4.    Il RESIDUO FISSO indica il contenuto di sali minerali dopo l' evaporazione di un  litro di  acqua

            a 180°. Più è basso, più l'acqua è "leggera" (minore contenuto di sali minerali).

5. Il PH indica il grado di acidità e alcalinità  dell` acqua. PH inferiore a 7 indica acqua acida, paria 7 neutra, superiore a 7 alcalina. Le acque acide sono utili per i problemi digestivi, mentre quelle alcaline servono a riequilibrare l'acidità dello stomaco.

 

      6   La TEMPERATURA indica (in gradi centigradi 6°) la temperatura di imbottigliamento.

     7.   La dicitura "SOSTANZE DISCIOLTE" elenca i sali minerali presenti in un litro di acqua.

   8  L'acqu

a in bottiglia deve avere il minor quantitativo possibile di NITRATI (sostanz inquinanti) (max 45/litro per gli adulti; max 10/ litro per i bambini) mentre i NITRITI dovrebbero essere assenti. La scritta "Microbiologicamente Pura" garantisce che l'acqua non contenga alcun microrganismo pericoloso.

 

COME CONSERVARLA

Le bottiglie di acqua devono essere conservate in luogo fresco, lontano ed al riparo dalla luce e dal calore del sole (non lasciare le bottiglie in balconi o cortili soleggiati).

     1.   Una lunga esposizione al calore del sole può alterare l'acqua che ingerita potrebbe

disturbare l'equilibrio della flora batterica.

    2    . Meglio bere acqua a temperatura ambiente, ma se si preferisce fredda, si consiglia di tenere

l'acqua in frigorifero sempre chiusa con il tappo, soprattutto quella minerale gassata, sia per

non perdere il potere frizzante sia per evi†are che prenda un cattivo sapore assorbendo gli

odori degli altri alimenti del frigorifero.

     3.   Altra cosa importante è la data di scadenza, scritta sulle bottiglie. è una data indicativa

fissata a un anno e mezzo o due dalla data di imbottigliamento e che indica la data entro cui

è consigliabile consumarla.

 

QUANTO, QUANDO E COME BERE

Quando si ha sete si beve per soddisfare un'esigenza dell'organismo che il cervello trasforma in un segnale ben definito. L'ideale è bere almeno un litro/un litro e mezzo di acqua durante la giornata e non solo quando si ha sete. Naturalmente chi fa sport, chi lavora al caldo o chi suda molto ha bisogno di quantità maggiori di acqua. Si beve a piccoli sorsi e in più riprese. Mai bere troppo e tutto insieme, e soprattutto per scongiurare congestioni (elevato quando si è accaldai) mai bereacqua gelata troppo velocemente. La maggior sensazione dissetante dell'acqua fredda è apparente e momentanea: dopo poco, per la sudorazione, compare nuovamente il senso di sete. E' preferibile bere uno o due bicchieri d'acqua al mattino appena svegli e uno o due la sera prima di coricarsi. Va bene bere a stomaco vuoto prima dei pasti, specie se si segue una dieta, perché l'acqua riempie lo stomaco e diminuisce l'appetito. Si può bere anche durante i pasti, purché si mastichi bene e non si beva in quantità eccessive. Fino a mezzo litro di acqua durante i pasti non interferisce con la rapidità o la qualità della digestione e si può pertanto tranquillamente bere.

Provate a congelare un po di acqua di diverse marche e vedrete che i sali che restano sono diversi per ogni acqua, ecco perché e buona norma cambiare ogni tanto acqua, ecco perché vorrei conoscere il dato delle analisi dell'acqua che prelevo dalla fontana pubblica. Ricordo che, è vero che costa poco e rende un servizio “ecologico” ma è pur sempre un metodo di vendita e quindi sottostà alle regole di mercato.

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by franco focante - in comunicazioni utili